Stagione 2013/14

Biglietteria

La storia

Normative antiviolenza

Spazi Pubblicitari

Per non dimenticare

Banner

Banner

Riconoscimenti

siti web
Online da

Registra la tua email per ricevere le news di Liotro!

In quasi 80 anni solo 2 vittorie a Verona,i precedenti a cura di Piero Armenio

mercoledì 23 aprile 2014


A cura di Piero Armenio

Per quanto riguarda i precedenti della sfida in casa scaligera il Catania ha un pessimo score storico: solo 2 affermazioni. Rossazzurri che non hanno violato il "Bentegodi" nemmeno in casa del Chievo.

PRECEDENTI 22 ( 2 in A, 18 in B, 2 in coppa Italia )

VITTORIE CATANIA 2

PARI 8

VITTORIE VERONA 12

GOL CATANIA 14

GOL VERONA 36

PUNTI CATANIA 14

PUNTI VERONA 44

I due club non si affrontano in massima serie da 30 anni: era il 26 febbraio '84 quando la corazzata di Bagnoli si sbarazzò di un Catania ormai alla deriva. Tre a uno per i veneti con doppietta di Maurizio Iorio, rete di "Nanu" Galderisi e Cantarutti per gli etnei. Durante la gara esordì in A il non ancora ventenne portiere rossazzurro Marco Onorati. Una curiosità: nei due unici precedenti in massima serie ( '70/71 e '83/84 ) il Catania figurò all'ultimo posto a fine torneo. Fino ad oggi traduzione confermata...

La prima tenzone tra le due città pallonare risale addirittura al 26 aprile 1936, serie B '35/36: 2-0 gialloblù alla 30° giornata. Il Catania ci mise 13 anni per fare i primi punti in casa veronese: vittoria rossazzurra 1-2 il 16 ottobre '49 in occasione del primo campionato cadetto postbellico dell'Elefante.

Un'altra curiosità sui due confronto in coppa Italia nei gironi estivi. Il primo nell'estate '75: Verona-Catania 0-0, 7° girone, 3°giornata. Melo Russo in panchina guidò temporaneanente il club etneo sfiorando la qualificazione! L'altra partita in coppa andò male: Verona-Catania 2-0, ancora 7° girone, ancora 3° giornata...

Gli anni recenti hanno visto, in parte, invertire la tradizione favorevole del club dell'Adige. Tralasciando il 2-0 gialloblù datato 28 settembre 2002 ( reti di Max Vieri rigore e Italiano ) con in panchina Murizio Pellegrino e l'umiliantissimo 4-0 del 16 ottobre 2004 ( 41° Italiano- 42° Bogdani- 51° Cossu -57° Adailton ) che quasi costò la panchina a Costantini, annotiamo un buon 0-0 in B '03/04 con Colantuono in panchina ( 15 febbraio 2004, quel pomeriggio esordirono in rossazzurro Montervino, Scandurra e Zoppetti ).

Lasciamo per ultimo il capolavoro di Pasquale Marino datato 28 novembre 2005: vittoria pesantissima del Catania. In rimonta dopo il vantaggio di Adailton al 27°. Irripetibile doppietta di Spinesi al 52° su rigore e al 65°. Catania padrone di un Bentegodi gelato. E non solo climaticamente!

Questo articolo può essere utilizzato, a patto che si citi la fonte originale e la pagina web da cui è stato tratto.

Leggi tutto...clicca sul titolo del post

Verona-Catania,info settore ospiti

Il Calcio Catania S.p.A. rende noto che i biglietti validi per l'accesso al Settore Ospiti dello stadio "Bentegodi" in occasione della gara Hellas Verona-Catania, in programma domenica 27 aprile alle 12.30 e valida per la trentacinquesima giornata del Campionato Serie A Tim 2013/14, saranno in vendita fino alle ore 19.00 di sabato 26 aprile, ai sensi della normativa vigente. I tagliandi del Settore Ospiti, riservati ai possessori di Tessera del Tifoso in originale, saranno disponibili al prezzo di € 18 più diritti di prevendita. Per l'acquisto dei tagliandi validi per il Settore Ospiti e per l'accesso al Settore è necessario esibire il documento di riconoscimento e la Tessera del Tifoso in originale.

Leggi tutto...clicca sul titolo del post

Pellegrino "Finché c'è speranza..."

sabato 19 aprile 2014

Maurizio Pellegrino, allenatore del Catania, parla ai microfoni di Rai Sport dopo la vittoria contro la Sampdoria: "Nonostante le difficoltà del momento, che sono evidenti, siamo scesi in campo per vincere". Sul prosieguo del campionato: "Fino a quando ci sarà la speranza noi proveremo a raccogliere il maggior numero di punti".

Leggi tutto...clicca sul titolo del post

Bergessio "Vittoria fondamentale"


 Il Catania torna al successo e spera ancora nella salvezza. E' di Bergessio il gol decisivo contro la Samp (2-1) al Massimino: «Sono felice della rete e soprattutto che sia servita per vincere. Record di marcature? Per me è un orgoglio, ringrazio la gente e i compagni. Questi tre punti ci volevano proprio, ci cambiano l'umore, per noi è una spinta fondamentale per continuare a lottare fino alla fine del campionato, fino a quando la matematica non ci condanna noi ci crediamo. Adesso dobbiamo andare a fare risultato a Verona per alimentare la nostra speranza».

Leggi tutto...clicca sul titolo del post

Catania-Sampdoria,i precedenti a cura di Piero Armenio

venerdì 18 aprile 2014



A cura di Piero Armenio

Racimolare punti per evitare piazzamenti imbarazzanti: questa la "mission" rimasta al piccolo Catania di Pellegrino, ormai in vistoso disarmo. Le pesanti assenze in casa doriana si spera agevolino il compito. Quello in scena al "Massimino" nel sabato prepasquale sarà il 22° confronto nella storia tra i due club, entrambi accomunati dalla data di fondazione ( 1946 ) e dalla circostanza di essere nati dalla fusione di preesistenti club ( la Sampdoria è nata l'1 agosto 1946 dalla fusione di Sampierdarenese e Andrea Doria ). 21 i confronti finora in casa etnea, 15 in A, 4 in cadetteria e 2 in coppa nazionale.

Il Catania prevale nei numeri ma la "Doria" si difende:

VITTORIE CATANIA 10

PARI 5

VITTORIE SAMPDORIA 6

GOL CATANIA 29

GOL SAMPDORIA 22

PUNTI CATANIA 35

PUNTI SAMPDORIA 23

Come scopriremo sotto, mister Pellegrino ha il dente avvelenato contro il club genovese per via di una gara di serie B persa immeritatamente quando questi era tecnico in cadetteria. La sfida è vecchia di quasi sessant'anni: il 15 maggio 1955, nell'ormai pluricitato primo torneo di A rossazzurro, l'elefante regolava 2-1 il "baciccia" blucerchiato chiudendo in trionfo una stagione chiusa nel dramma della retrocessione per illecito. Le due squadre si affrontano per tutti gli anni '60. Dove arrivano i primi punti liguri: vittoria 0-1 il 17 marzo 1963, bissata l'anno dopo ( 23 febbraio 1964, 22°giornata di A, 5° di ritorno ) con un clamoroso 1-5!

Con la caduta in disgrazia delle due squadre ( la prima B blucerchiata è del '66 ) arrivarono le sfide in cadetteria. Una di queste, 1-2 il 19 ottobre 1980, scatenò un autentico putiferio di contestazioni al Cibali per un Catania partito male nella sua nuova avventura in B. La stagione successiva, B '81/82, il Catania partì a razzo e si vendicò: 1-0 il 25 ottobre 1981, 7° giornata. In un fondocampo polveroso maturò il gol vittoria di Crialesi al 70° che ribadì in rete dopo un'azione che mise in moto Morra, Cantarutti e il giovane Testa, in prestito dall'Inter. Il Catania veleggiava in seconda posizione con 9 punti, alle spalle del Varese di Mastalli e Marotta capolista a 11 punti! Curiosità: la rete etnea fu realizzata sotto l'attuale curva sud, all'epoca ancora non edificata.

Il primo gol italiano di Pedrinho fu contro la Samp: il 25 settembre 1983, 3°giornata di massima serie '83/84, anche questo sotto una sud bollentissima. Per i doriani aveva segnato Zanone. Si diceva della coppa Italia: ripeschiamo un Catania-Sampdoria 0-0 gironi estivi '85/86. Giocata il 25 agosto'85 ( domenica ). Diresse Casarin di Milano, Rambone spedì in campo la formazione-tipo. Bersellini, fumantino tecnico doriano, giocò con Mancini, Souness e Trevor Francis dal 1°. Gianluca Vialli sostituì al 46° il talento britannico. Le due squadre si ritrovarono 18 anni dopo! Pari ad occhiali il 16 marzo 2003, in B. Etnei in lotta salvezza, Samp per la A. Ma è della gara d'andata che bisogna parlare: Sampdoria-Catania 1-0 datata 13 ottobre 2002, 7° giornata di B '02/03. Maurizio Pellegrino sedeva sulla panchina rossazzurra. Quel pomeriggio la sua squadra giocò in modo esemplare. Attacco con Lulù Oliveira, Bucchi e Possanzini. La Samp di Novellino risponde con Flachi-Bazzani di punta. Al 4° traversa di Sasà Monaco! Al 17° Bucchi spedisce in curva un rigore. Nella ripresa il fattaccio: al 75° l'arbitro Girardi annulla un gol a Oliveira per un assurdo fuorigioco. I guardalinee erano Esposito e Cuttica ( all'epoca si arbitrava solo in tre...). Sul capovolgimento di fronte rigore-vittoria per i liguri. Segnò capitan Volpi per la squadra di Novellino. Una beffa atroce.

Fortuna che gli anni recenti di Pulvirenti hanno cancellato tutto: il Catania si è aggiudicato 5 degli ultimi 6 confronti casalinghi. Si partì con un fantastico 4-2 il 23 dicembre 2006 con una tripletta di Spinesi e rete di Caserta ( Catania 4° in classifica! ). Si continua con due 2-0: il 28 ottobre 2007 ( Mascara-Martinez ) e la stagione di Zenga '08/09, ancora in rete Mascara ( stavolta su rigore ) e Martinez. L'unica affermazione blucerchiata il 23 agosto 2009, 1° giornata A '09/10. Vantaggio di Pazzini, pari di Morimoto e , in extremis, l'1-2 di Gastaldello in pieno recupero pet l'undici di Del Neri. Veniamo ad anni recentissimi: tante volte si è parlato del successo per 1-0 contro la Sampdoria del 13 marzo 2011, sotto l'acqua battente risolse Llama con un eurogol. Esultanza esagerata di Simeone La passata stagione ha visto il team siciliano trionfare per 3-1 contro la squadra all'epoca guidata da Ciro Ferrara, esonerato a fine gara Dopo il primo tempo chiuso 0-1 ( Maresca al 29° rigore ), si scatenò una ripresa rossazzurra dai ritmi folli: 55° Paglialunga, 65° Bergessio, 90° Castro, 3-1! Era il 16 dicembre '12, 17° di campionato, quarto successo di fila tra coppa e campionato, Lodi superstar: giocò 7 ore filate in 12 giorni! Altri tempi... Un'ultima cosa, occhio alla cabala signori: il segno "X" non esce da 11 anni.

Questo articolo può essere utilizzato, a patto che si citi la fonte originale e la pagina web da cui è stato tratto.

Leggi tutto...clicca sul titolo del post